LA PAROLA AI COACH

Apriamo questa nuova rubrica “La parola ai Coach”, intervistando i coach dell’Under 18 elité: Giuliano Stibiel e il suo vice Marco Villa.

Ciao Coach, di interviste ne fai già tante, ma fatto trenta ora facciamo trentuno!

D: Prima domanda a bruciapelo, è più facile lavorare con le senior o con le giovani?

R: Ogni età ha le sue difficoltà…se c’è disponibilità da parte delle giocatrici ed entusiasmo di chi allena, le difficoltà si affrontano, si superano e aiutano a crescere…

D: Si fatica di più nelle giovanili, fra fondamentali ed i primi schemi, oppure con i gruppi senior?

R: Nelle giovanili si deve insegnare, seminare per poi raccogliere negli anni futuri e quindi non c’è o almeno non dovrebbe esserci “ansia da risultato”.
Con le prime squadre purtroppo troppo spesso solo la parola vittoria. Se vinci per tanti sei bravo, se perdi sei scarso, in Italia purtroppo si ragiona così troppo spesso.
Personalmente non faccio fatica in nessuno dei due casi perché mi piace andare in palestra e sono in privilegiato anche perché alleno gruppi formati da brave ragazze.

D: È il suo primo anno con questo gruppo, ma vede già la sua impronta di gioco nella squadra?

R: Con le U18 abbiamo fatto 4/5 allenamenti di cui uno o forse due al completo. È un gruppo “itinerante” nel senso che alcune di loro giocano con le u16, alcune con la serie A2 ed altre lon la serie B. L’obiettivo è di cercare di giocare insieme il più possibile soprattutto in difesa per poi giocare tranquille in attacco divertendoci.  Allenandosi una  volta  a  settimana  ci  vorrà  tempo per capirsi, conoscersi e trovare l’amalgama ma sono sicuro che con l’attenzione e la disponibilità delle ragazze riusciremo a toglierci le nostre soddisfazioni.

D: Ho sentito dire che le piace il gioco a “catenaccio”, la miglior difesa è il miglior attacco o viceversa?

R: Sono triestino come il Paron Nereo Rocco famoso per il suo “catenaccio” ma a parte questo direi che non mi rivedo in questa affermazione fatta da un noto speaker della bergamasca (ahahah).
Una buona difesa ti da più tranquillità in attacco, ma è pur vero che se non fai mai  canestro  è  dura  vincere…..bisogna  trovare  il  giusto  equilibrio  come sempre.

D: Ultima domanda, lei ha qualche Hobby o qualche interesse particolare?

R. Hobby  o  interessi  particolari!?  Direi  viaggiare e in estate quando possibili andare ai concerti dei miei cantanti/gruppi preferiti. Un altra cosa che mi piace molto è sciare.

***   ***   ***

 

Ciao coach! È arrivato il momento dell’intervista, pronto?

D: Nuova stagione: passi dalla gestione di una squadra regionale a una U18 èlite. Prosegue la tua collaborazione con Stibiel: A2 e ora U 18 E; come ti trovi con lui?

R: Diciamo che ho voluto proseguire la collaborazione con Giuliano, così oltre che con la serie A2 sarò coinvolto anche con la formazione giovanile visto che molte di queste ragazze sono impegnate con la prima squadra.

D: Hai allenato tanti anni anche nel maschile, per poi passare al femminile. Il motivo?

R: Nel 2011 ho iniziato proprio ad Albino con un gruppo femminile gestite da Villa senior, ma l’anno successivo per vari motivi ho deciso di passare al maschile in casa Excelsior, che mi ha dato l’opportunità di fare esperienza come capo allenatore.
Dopo 4 anni si è ripresentata l’opportunità di tornare al femminile prima su squadre giovanili e poi come assistente in prima squadra.

D: Quali sono i punti di forza del basket femminile?

R: Come primo punto di forza in una squadra femminile metterei il gruppo concetto ancora più determinante che nel maschile.
Poi si potrebbero fare mille paragoni ma non sarebbe giusto perché c’è molta diversità tra donna e uomo, se solo pensate alla muscolatura e all’intensità che c’è da una parte e dall’altra. Ma è il bello dello sport e in questo caso della pallacanestro.

D: Per concludere vogliamo sapere qualcosa di te! Dicci un tuo pregio ed un tuo difetto, sempre tu abbia dei difetti!

R: Come hai detto te non ho difetti!!!!! Ahahahah
No a parte gli scherzi…un mio pregio e che mi piace ascoltare le persone e un mio difetto è che certe volte sono impulsivo…ma è un aspetto su cui sto cercando di lavorare anno dopo anno.

Annunci

AL VIA TUTTI I CAMPIONATI

Settimana importante per Ororosa:  iniziano i campionati  di quasi tutti i gruppi e dopo un mese e mezzo di lavoro i coach cominciano a valutare i progressi e il lavoro da fare.

Inizio positivo per 18 Elitè e Under 20 che dominano rispettivamente le gare contro Sanga e Broni.

Mercoledi 17 a Brignano va di scena l’Under 14 in veste Under 16  che,  a parte Poli Alessia 2004, giocherà un campionato sotto età di ben 2 anni per cercare di far crescere il più possibile tutte le componenti del Team. Lo stesso gruppo inizierà anche il campionato Under 14, domenica 21 alle ore 11 alla palestra Carpinoni,  contro la tostissima  Azzanese.Sabato 20 a Parre,  ore 18,  inizia anche la 16 Elitè,  ospite d’onore il Geas che cercherà di vendicare la sconfitta al torneo di Valmadrera  ma le nostre guerriere proveranno a bissare il successo per iniziare al meglio il cammino Elitè.

Per i gruppi Under 16 Trescore e Under 16 Almenno è già aria di derby  domenica 21 alle ore 15,30 a Barzana (BG). Le due formazioni Oro cercheranno in questa stagione di dar filo da torcere a tutte le squadre del girone.

Ultima squadra a partire è l’ Under 18 regionale targata Trescore. Gruppo fisicamente dotato  e tanto entusiasmo da mettere in campo , la partenza è prevista per il domenica 28 contro Melzo alle ore 19 palestra Carpinoni.

 

Un grosso in bocca al lupo a tutti i gruppi e a tutti i coach  e soprattutto buon divertimento !

TORNEO VALMADRERA 1° GIORNO

Nella prima partita del torneo a Valmadrera la differenza di età e di muscoli si è sentita soprattutto nel primo quarto che ci ha visto soffrire e chiudere con un meno 20 punti. Punteggio che non siamo più riusciti a recuperare  nonostante un miglioramento di gioco della squadra  nei successivi tre quarti successivi.

Domani altra battaglia per la finale 3/4 posto.

INDIVIDUALI

Sono iniziati ieri gli allenamenti individuali nella palestra Carpinoni. Una ulteriore opportunità che vogliamo offrire  alle nostre ragazze per  favorire la loro crescita tecnica. Gli allenamenti si svolgeranno sotto la supervisione di coach Stazzonelli.