“LA PAROLA AI COACH”

Oggi nella rubrica “LA PAROLA AI COACH”  incontriamo: Luca Roncoroni e Francesca Colombi.

D: Ciao coach, qualche domanda veloce! E’ il tuo primo anno con il gruppo dell’U16 regionale di Almenno, stai trovando delle difficoltà?

R: In realtà questa è la mia seconda stagione con il gruppo, pur rinnovato in seguito a qualche abbandono e qualche nuovo innesto. Dopo un primo anno abbastanza “complesso” (eufemismo!) speso a sradicare una lunga serie di cattive abitudini e a gettare le fondamenta per la stagione in corso, posso dire che quest’anno le cose sono notevolmente migliorate! Il gruppo è compatto e lavora molto bene, l’inserimento delle ragazze neo-arrivate è stato facilissimo e in generale la squadra mi sembra pervasa da un sano entusiasmo. Ad ulteriore conferma di questo trend positivo sono già arrivate anche due vittorie in campionato, che nel settore giovanile contano sempre relativamente ma – soprattutto nel caso di un gruppo giovane e mediamente “sotto-età” come il nostro – fanno sempre piacere!

D:Tu sei ancora un giocatore, ti preferisci nei panni di allenatore?

R: Sicuramente il fatto di avere alle spalle una lunga esperienza da giocatore (iniziai all’età di 8 anni) mi aiuta nel comprendere meglio le difficoltà che le ragazze possono incontrare sul campo, essendoci passato a mia volta in prima persona. Certo è molto più difficile “predicare bene”, vista la mia scarsezza da giocatore, e spesso sbaglio per primo le cose che correggo alle mie giocatrici. 😀

D: Dicci almeno tre pregi del tuo nuovo gruppo!

R: Te ne dico ben quattro: la costanza negli allenamenti nonostante tante ragazze non abitino negli stretti dintorno di Almenno, la coesione del gruppo che vedo davvero unito, l’entusiasmo e la voglia di imparare in campo, e soprattutto la ricca copertura con pizze e mangiate varie durante la stagione!

D: Per finire, vogliamo sapere qualcosa su di te, hai qualche sogno nel cassetto?

R: In parallelo agli impegni sul campo amo scrivere: collaboro con diverse webzine e riviste cartacee di critica musicale e cinematografica, ho svolto alcune consulenze per tesi di laurea e nell’estate di quest’anno è uscito il mio primo libro. Si intitola “Hip Pop” (approfitto per farmi un po’ di auto-promozione, dai) e già questa cosa è stata un bel sogno diventato realtà. Il prossimo sogno potrebbe quindi essere un altro libro, perché no?

***    ***    ***

D: Ciao Francesca. Sei alla prima esperienza in un contesto under femminile: dopo quasi tre mesi di allenamenti con il tuo gruppo che considerazioni ti vengono in mente?

R: Beh, sicuramente si tratta un gruppo che sta regalando soddisfazioni sia in campo che fuori e questo lo ritengo importante per una continua crescita. Gli allenamenti sono svolti dalle atlete con impegno; ciascuna ha voglia di migliorarsi e l’aria che si respira in palestra è molto stimolante.

D: Come stai vivendo questa nuova esperienza da assistente in un contesto tutto al femminile?

R: “Tornare” nel contesto tutto-rosa in veste di assistente è stata una grande emozione, soprattutto in un progetto così ambizioso di cui, molti anni fa, ne assaporai (sul campo) la nascita. Con le ragazze ritengo sia nato un buon rapporto che sta prendendo sempre più forma ad ogni allenamento e partita trascorso insieme, sono molto contenta di questo.

D: Francesca tu sei la vice allenatrice di Luca Roncoroni con il quale condividi anche esperienze nel settore maschile: emerge qualche differenza evidente tra i due contesti?

R: Sicuramente, basti pensare alla lontananza delle trasferte 😀 !!!
In realtà, in un contesto di U16 M non ho ancora avuto modo di bazzicare, tuttavia ritengo che le differenze possano essere davvero molte, partendo dal fisiologico sviluppo psico-fisico delle Atlete e degli Atleti, per poi passare all’ambito tecnico prettamente cestistico. Ora che ho a che fare con realtà miste di U13 (e anche più giovani) devo dire che le differenze assolutamente non si vedono, è un amalgama perfetta.

D: Che obiettivi personali ti prefiggi per questa stagione sportiva?

R: Spero di imparare il massimo possibile da Coach Luca e di riuscire a trasmettere alle ragazze tanta grinta e determinazione da portare sul campo.

Annunci

U18 OROROSA TRESCORE: SCONFITTA A BRESCIA

AZZURRA BRESCIA OROROSA 64 – 24

Parziali: 26 – 7, 12 – 5, 6 – 6, 18 – 6

Azzurra Brescia: Micheletti 6, Cristini 27, Facchini 3, Minelli 0, Ferrani 9, Fallio 5, Comini 2, Ghizzardi 3, Lombardi 0, Fiocchini 8, Oliveira 1. All. Casarini, Vica all. Fracascio.

OROROSA: Spadetto 3, Caironi 1, Frigeni 0, Fossati 2, Servillo 0, Agazzi 0, Cossali 2, Epis 2, Poku 8, Zeduri 6. All. Guerra/Dodesini

Iniziamo la settimana in quel di Brescia: una trasferta difficile per le ragazze.

Palla a due, primo possesso nostro, ma questa energia, purtroppo, non la portiamo appresso per l’intero quarto. Lo giochiamo male, non riusciamo a far girare la palla, non riusciamo   ad attaccare. Tante palle perse permettono alla squadra di casa di realizzare tanti contropiedi. La forte aggressione difensiva loro ci lascia spiazzate, pressione a tutto campo che, ancora una volta, ci mette molto in difficoltà; i tanti falli fatti che concedono altrettanti tiri liberi, molti dei quali realizzati, ci fanno terminare il quarto 26-7.

Non mollare, mai mollare, resettiamo e ripartiamo. Entriamo con una nuova testa, inizio secondo quarto super, gira in modo giusto la difesa, non ci perdiamo più sui cambi difensivi, in attacco siamo serene, conclusioni semplici date da un gioco costruito seguendo le linee guida fornite alle ragazze, la loro pressione non ci intimorisce più e, tolte alcune palle perse, riusciamo a portare palle senza grosse difficoltà.

Le caratteristiche fisiche delle Bresciane ci mettono, comunque, in difficoltà, non prendiamo abbastanza rimbalzi, ne perdiamo troppi difensivamente e pertanto il quarto termina a favore di Azzurra.

Ricominciamo da qua, via al secondo tempo, terzo quarto finisce con un parziale di 6-6, allora i miglioramenti sono visibili. Un muro eretto nella nostra metà campo porta a tiri affrettati delle casalinghe e a tanti errori. Anche noi, dal canto nostro, sbagliamo molto in attacco: tiri facili che devono portare un +2 ci fanno totalizzare 0, tanti falli delle avversarie che ci concedono liberi non riusciamo a concretizzarli. Nel complesso, comunque, due quarti giocati molto bene con la rabbia giusta che dovrebbe accompagnarci sempre.

Ultimo quarto siamo stanche ormai ma anche in questo quarto ci facciamo valere, non molliamo, ma la tarda ora si fa sentire in più una buona percentuale al tiro delle bresciane allunga le distanze ancora una volta.

Direi che nel complesso siamo soddisfatte della prestazione, dobbiamo riuscire ad impattare meglio già dai primi minuti di gioco, con più convinzione di fare bene.

U 18 ELITE’: VITTORIA CONTRO GEAS!

OROROSA – GEAS 47 – 45

Parziali: 14—12, 14-11,  11-11, 8-11

Ororosa: Agazzi 4, Mbengue 2, Maestroni 2, Pintossi 12, Laube 18, Azzola N.E., Luciano 4, Rizzo 2, Peracchi 2, Torri N.E. All. Stibiel/Villa M.

Grande e meritatissima vittoria per le U18 vs Geas!

Partita molto equilibrata e combattuta. Entrambe le squadre si sfidano a viso aperto e ne esce una partita avvincente con ottimi spunti da entrambe le parti.

Le Oro conducono quasi sempre la partita raggiungendo anche il +7.  A questo punto  il Geas  passa alla zona e questo ci crea non pochi problemi: iniziamo a sbagliare troppi passaggi e ad abusare nel tiro da tre. La difesa però continua a reggere e questo ci permette di contenere la rimonta delle avversarie.

E’ Laube, a sei secondi dalla fine, a  mettere  il canestro decisivo del +2.  Ma il Geas non molla e sull’ultimo possesso  tenta il pareggio con un  tiro di Panzera che però sbaglia, catturano un rimbalzo offensivo ma sbagliano di nuovo e le U18 bergamasche possono finalmente festeggiare!!!

Avanti così senza mollare di un centimetro….

U16: VITTORIA A PONTEVICO

 PONTEVICO  – OROROSA 20-76 (10-35)

Parziali : 7 -20, 3-15, 2-22,8-19

Pontevico: Orsini S. 9, Trezza, Piovani 2,Orsini E., Igbinigie, Piacentini 4, Veronesi 4, Pelucchi 2. All. Fioretti.

Ororosa: Carrara M. 2, Lussignoli 6, Fossati 15, Carrara F 12, Ernani 19, Ferrari 7, Lombardi 2, Crippa 2, Frosio 5, Poku 10, Poli 2, Russo. All Stazzonelli.

Partita subito in controllo delle Oro. Con il passare dei minuti  l’intensità difensiva sale di tono e le padroni di casa non riescono più a trovare la via del canestro.

In attacco buone soluzioni di squadra e buone azioni individuali.

Ora in palestra per prepararci alle prossime due gare dove si salirà di livello.

Forza ragazze !!!

SERIE B: VINCE VITTUONE AL BORGO !

DON COLLEONI OROROSA  – VITTUONE 43 – 63 (15-33)

Parziali: 11-19, 4-14; 11-9,17-21

Ororosa: Cantù 1, Penna 7, Maestroni , Laube 6, Patelli 10, Bonfanti  10, Morandi 7, Carrara, Luciano,  Mbengue 2 . All. Stazzonelli/Galbuseri

Vittuone: Doz, Monforti 11,Rossi 10, Pratelli 12, Contestabile 6,Callicagnotta 3,Panta 9, Gregotti ,Chiaverato 6, Trabucchi, Nebuloni, Lapanea 6. All. Riccardi

Note: Falli commessi 16, falli subiti 18.Tiri liberi 8/16, tiri da 3P.T 3 (1 Penna ,1Morandi,1 Patelli .) Rimbalzi 25 (Laube 6, Bonfanti 6). Palle Recuperate 9 (Morandi 3, Bonfanti 3), palle perse 20 (Laube 4, Bonfanti 4).

 

Altra sconfitta per le Orobiche che si presentano alla partita con defezioni importanti Locatelli, Finazzi e Torri e con l’esordio di Jessica Penna.

La partita viene subito gestita dalle ospiti che con buona circolazione di palla riescono a punire una difesa troppo soft e poco concentrata. In attacco è Morandi a trovare 5 punti in successione ma poi l’attacco si blocca, le Oro faticano a trovare circolazione e gioco di squadra, le percentuali da fuori sono pessime e la fiducia con il passare dei minuti lascia  il posto alla paura di sbagliare. Ne esce un monologo di Vittuone che va all’intervallo sopra 15 a 33.

Nel terzo periodo le Oro cambiano difesa passando a zona, Vittuone soffre e le padrone di casa ne approfittano: Bonfanti segna 6 punti in sequenza e Patelli realizza in contropiede. Il terzo quarto si chiude 11 a 9.

Gli ultimi dieci minuti Vittuone gestisce il vantaggio, Laube e Penna trovano punti ma è troppo poco per impensierire una squadra solida come Vittuone. lLultimo parziale 17 a 21 è in favore delle ospiti che vincono meritatamente.

Le parole di coach Stazzonelli a fine gara: “Difficile commentare questa sconfitta, sono due settimane che non ci alleniamo insieme, peccato perché per una squadra giovane l’allenamento è fondamentale specie in una categoria così importante. Le ragazze ci mettono sempre l’anima non ho rimproveri da fare, credo solo che sia difficile essere competitivi senza allenarsi insieme, ma proveremo a fare di più nel tempo che abbiamo a disposizione”

 

Per vedere le immagini clicca qui: Continua a leggere “SERIE B: VINCE VITTUONE AL BORGO !”