Amichevole u16 Almenno contro u18 Bergamo.

È andata in scena martedì sera al palazzetto di Almenno un amichevole tra le due squadre oro rosa. Le ragazze non si sono di certo tirate indietro hanno dato il massimo, si sono divertite. È stata una occasione importante per conoscere le possibili future compagne e per giocare liberamente divertendosi, senza nessuna pressione.

Annunci

U 16: SCONFITTA DA BRIGNANO

OROROSA ALMENNO – VISCONTI BRIGNANO 52 – 58

Parziali 10-16, 10-17, 13-10, 19-15

OROROSA: Bonfanti (K) 4, Boles 17, Colleoni, Nitri 4, Cantù 11, Sorti 4, Lego 4, Vanalli 5, Marcolongo, Giassi 5. All.re Roncoroni – Colombi.

Reduci dalla buona vittoria sul campo di Rezzato, le Ororosa  tornano in scena nell’ultima giornata di campionato ospitando Brignano.

Solo 10 le ragazze a disposizione di coach Roncoroni a causa delle assenze di Caslini, Giupponi, Fortini, Perico e Fracassi. La partenza delle casalinghe è abbastanza soporifera, con qualche occasionale acuto (vedi la bombazza di una ritrovata Rebecca Vanalli), e frequenti dormite. All’intervallo lungo il punteggio recita 20-33 in favore delle brave avversarie.

Dopo la pausa Almenno torna in campo con molta più grinta e concretezza: sale in cattedra la coppia Natasha Boles/Stella Cantù, che riapre la gara in due occasioni trainando le compagne fino al -6. Purtroppo le avversarie non si lasciano intimorire in nessuno dei due casi, restando sempre in controllo della gara. Alla fine il +6 rimane un solco mai valicato dalle ragazze Ororosa fino alla sirena finale. Peccato che sia mancato il guizzo decisivo in grado di ribaltare l’esito una volta per tutte, ma complimenti alle nostre ragazze per non aver mai mollato nemmeno nelle difficoltà.

Se si confronta il risultato odierno con la gara di andata (una sonora sconfitta di ben 18 punti) appare evidente una volta di più l’esponenziale crescita di questo gruppo.

Chiudiamo il campionato con 6 vittorie, che confrontate con le 0 (!) della scorsa stagione certificano l’ottimo lavoro svolto da questo gruppo nell’arco di due anni: coesione, esperienza, idee molto più chiare a tanta voglia di lavorare e crescere insieme.

Brave tutte, non fermiamoci qui!

U16: vittoria a Rezzato !

BASKET REZZATO – OROROSA ALMENNO 30 – 47

Parziali 2-11, 10-11, 5-13, 13-12

OROROSA: Bonfanti (K) 2, Boles 5, Colleoni 1, Nitri 10, Cantù 10, Sorti 2, Lego 7, Vanalli, Marcolongo, Caslini 1, Giassi 9. All.re Roncoroni – Colombi.

Tornano alla vittoria le nostre ragazze, che nella lunga trasferta a Lonato del Garda (l’ultima di questa fase di campionato), sbancano il campo di Rezzato conducendo la gara dall’inizio alla fine.

Nonostante non manchino diverse imprecisioni (percentuali al tiro non entusiasmanti, palle perse piuttosto banalotte e qualche immancabile svarione in sede difensiva), le Oro giocano una partita solida e tutto sommato convincente.

I due strappi decisivi alla gara arrivano nel primo e nel terzo quarto, mentre nel parziale conclusivo si regalano con grande prodigalità falli uno più inutile dell’altro, garantendo alle avversarie numerosi giri in lunetta.

MVP dell’incontro sicuramente Stella Cantù, che tira con grande spensieratezza praticamente tutto quello che le passa per le mani senza dar segno di conoscere il significato della parola timidezza. Fortunatamente per le compagne e per le coronarie dei suoi allenatori diversi tentativi si infilano anche nella retina, garantendo la gioia del folto pubblico  presente.

La nota più positiva della partita resta comunque che 10 ragazze su 12 si siano iscritte a referto con almeno un punto ciascuna, a restituire un gruppo coeso e responsabilizzato trasversalmente (aspetto invece lacunoso nella scorsa e incresciosa trasferta a Vobarno).

Ora appuntamento casalingo contro Brignano per l’ultimo impegno di questa fase di campionato. Le ragazze ci arrivano in fiducia e consapevoli dei grandi miglioramenti occorsi in questa stagione di duro lavoro.

Avanti tutta!

U 16: QUASI COLPACCIO!!!!

OROROSA ALMENNO – BASKET LIONS DEL CHIESE 45 – 48

Parziali 6-23, 9-12, 21-2, 9-11

OROROSA: Bonfanti (K), Boles 13, Giassi, Colleoni, Nitri 15, Cantù 3, Sorti 2, Lego 7, Vanalli, Marcolongo, Caslini 5, Fortini. All.re Roncoroni/Colombi.

Partita tosta e impegnativa per le ragazze Ororosa , che ricevono le seconde in classifica di Del Chiese. Il risultato dell’andata, un perentorio 80-33, aveva messo ben in evidenza il gap tecnico tra le due formazioni. Per le Oro ancora latitante la caliente barceloneta Giupponi, mentre rientra Boles dal lungo stop per infortunio.

I primi due quarti purtroppo sembrano riecheggiare la gara di andata, e sono un monologo ospite che lascia poco spazio alle iniziative delle padrone di casa: 15 a 35 all’intervallo.

Al rientro dalla pausa lunga le ragazze Ororosa cambiano però completamente faccia. In campo scende una squadra agguerrita e convinta dei propri mezzi: la difesa è arcigna e puntuale, con solamente 2 punti concessi alle avversarie in tutto il quarto, mentre in attacco si gioca insieme all’interno dei giochi, e le conclusioni di qualità aumentano esponenzialmente. Inizialmente sono Giulia Lego e Elisa Nitri a suonare la carica, con Letizia Sorti e Stella Cantù paladine difensive e un’ottima Benedetta Fortini lucida e concreta. Sono poi tre bombe consecutive, tutte di tabella (ma, come dice coach Roncoroni, “ogni tanto serve anche un po’ di fato amico”), di Lego, Boles e Caslini a riportare definitivamente le ragazze in partita.

All’inizio del quarto conclusivo, la situazione si è invertita: ora in panne sono le avversarie, riagganciate nel punteggio e messe in seria difficoltà da noi. Anche in questo parziale le padrone di casa continuano a giocare molto bene, e ad un minuto dalla fine il tabellone recita 45 pari. Purtroppo una bomba infilata dalle avversarie porta le Oro sul -3, e la poca tempestività nello spendere i falli nei concitati secondi finali consegna la gara nelle mani di Del Chiese.

Peccato per il risultato finale, ma complimenti a tutte le ragazze: con caparbietà e bel gioco si è riaperta una gara che sembrava già compromessa rimontando da -20 contro le seconde in classifica. I miglioramenti occorsi durante l’anno non sono mai stati evidenti quanto oggi, andiamone fiere e continuiamo a lavorare così!

U 16 BATTUTA DA AZZURRA BRESCIA

OROROSA ALMENNO – AZZURRA BRESCIA 30 – 75

Parziali 6-20, 5-27, 8-12, 13-16

OROROSA: Bonfanti 2, Giassi, Colleoni, Nitri 12, Cantù 2, Sorti, Lego 10, Vanalli, Marcolongo 2. All.re Roncoroni – Colombi.

Sfida proibitiva per le ragazze Ororosa, che si presentano contro la capolista Azzurra Brescia con solo 9 atlete disponibili a causa di una serie impressionante di assenze tra infortuni, vacanze studio e funzioni liturgiche: mancano Boles, Giupponi, Perico, Fortini, Fracassi e Caslini.

I primi due quarti sono un monologo delle ospiti, con la squadra di casa che ripete troppo spesso i medesimi errori regalando troppi extra-possessi all’asfissiante pressione avversaria. Qualche raro barlume di positività è portato da un paio di bei canestri di Elisa Nitri e da un ottima penetrazione al ferro di una positiva Ylenia Marcolongo.

Buon esordio inoltre per Giada Giassi, nuovo acquisto fresco di tesseramento e reclutata in emergenza per fronteggiare le copiose assenze, pronta a dare fin da subito il suo contributo alla causa.

Dopo l’intervallo gli appelli dello staff tecnico vengono finalmente raccolti dalle ragazze, e la qualità del gioco cresce esponenzialmente. Giulia Lego reagisce positivamente alle difficoltà del primo tempo e prende in mano la squadra attaccando incessantemente il canestro e segna 10 punti nel solo secondo tempo. Anche la capitana Letizia Bonfanti e la solita Elisa Nitri salgono di colpi guidando con l’esempio il resto delle compagne.

Il quarto conclusivo registra solamente tre punti di deficit rispetto alle avversarie (13-16).

Da questa gara – senza dubbio la più difficile dell’intera stagione – raccogliamo la consapevolezza di poter fare bene anche nelle difficoltà e poniamo un altro tassello per la crescita di questo gruppo.

Ora testa alla prossima sfida contro Del Chiese, nella speranza di recuperare qualche ragazza.

U16: VITTORIA A PONTEVICO

PONTEVICO BASKET OROROSA ALMENNO 45 – 48

Parziali 8-18, 9-11, 16-9, 12-10

OROROSA: Bonfanti (K) 2, Colleoni, Nitri 8, Cantù 7, Sorti 2, Lego 4, Perico, Vanalli, Giupponi 24, Marcolongo, Caslini, Fortini. All.re Roncoroni – Colombi.

Formazione rimaneggiata per Almenno, con Boles infortunata e fuori fino a inizio marzo e Fracassi indisposta.

Nella lunga trasferta di Pontevico la formazione Ororosa riesce comunque a schierare 12 atlete, con un roster straordinariamente “giovane” (una 2006 e tre 2005).

Il primo quarto vede Almenno carburare a pieno regime, con un gioco offensivo finalmente ben oliato e proficuo nel garantire soluzioni a tutte le atlete in campo (5 giocatrici diverse a referto nel solo primo parziale). In sede difensiva Elisa Nitri è brava nel limitare la brava e fisicamente imponente numero 12 avversaria, torreggiante bastione edificato a centro area.

Il risultato è un perentorio 18-8 Oro che indirizza la gara nel migliore dei modi.

Nel secondo quarto le ragazze bergamasche proseguono senza rallentare, ampliando le rotazioni e punendo con costanza la difesa “contenitiva” delle avversarie: in particolare Stella Cantù insacca con grazia un paio di jumper da considerevole distanza.

Al rientro dalla pausa lunga le padrone di casa sono brave a non demordere, provando in tutti i modi a riagguantare la partita. Diversi attacchi a vuoto da parte nostra e molte difese “rivedibili” per atteggiamento consentono a Pontevico di rientrare fino a toccare il -1 nel quarto conclusivo. Il tonante time-out di coach Roncoroni scuote le ragazze Ororosa, che rimettono la testa nella gara e chiudono la partita sull’asse Giupponi-Nitri con Cantù a sigillare la gara con freddezza ai tiri liberi.

Troppe emozioni in coda per una gara che sembrava già abbondantemente chiusa, salvo poi riaprirsi imperdonabilmente nei rocamboleschi minuti finali. Un errore grave ma fortunatamente non compromissorio. Speriamo che serva da monito a chi troppo spesso ha un’attenzione in campo eccessivamente “ballerina”.

U16 ALMENNO @ BRIGNANO

u16ororosa

VISCONTI BRIGNANO – OROROSA ALMENNO 60 – 42

Parziali 15-7, 20-10, 13-13, 12-12.

OROROSA: Bonfanti (K), Boles, Colleoni, Nitri 16, Cantù 2, Fracassi, Sorti 4, Lego 3, Perico, Vanalli, Giupponi 17, Caslini 2. All.re Roncoroni – Colombi.

Nella conclusiva giornata di andata le Ororosa almennesi affrontano le dirette concorrenti di Brignano, avanti di soli due punti nella classifgica del girone. I primi due quarti sono abbastanza sconfortanti per le ragazze di coach Roncoroni: pasticcione e disorientate in attacco, in difesa regna invece uno smithiano laissez-faire che porta rapidamente le brave padrone di casa sul + 18 all’intervallo. Fortunatamente dopo la pausa lunga le almennesi trovano il proverbiale bandolo della matassa cominciando finalmente a difendere e a correre in transizione. Proprio uno sforzo profuso con più generosità e sacrificio nella propria metà campo consente di recuperare diversi palloni prontamente convertiti in numerosi bei canestri costruiti collaborando in transizione. Una ricetta che se applicata con questa attenzione anche nei primi due quarti avrebbe sicuramente regalato una partita ben diversa. Sono soprattutto Elisa Nitri, Stella Cantù e una superba Giulia Lego a stringere le maglie difensive, e il risultato sono due parziali costantemente sul filo dell’equilibrio (13-13 e 12-12). Speriamo che anche la lezione odierna resti nel bagaglio delle ragazze, che nel girone di ritorno saranno chiamate a confermare ulteriormente una crescita già attestata ma con margini ancora evidentissimi.